"Siamo passati da una situazione in cui le attività più o meno funzionavano ad una realtà in cui le cose funzionano in modo garantito." Michele Pulici - IT Director, TBWA

Il vecchio fa posto al nuovo.

TBWA, tra la più importanti aziende di pubblicità e marketing del mondo, conosce l’importanza di avere un’infrastruttura IT all’avanguardia che sia un supporto solido e affidabile per le attività dell’azienda. Per la propria infrastruttura, TBWA si è sempre affidata a soluzioni Apple. Tutto, dai server allo storage fino al backup, è sempre stato gestito attraverso servizi Apple. La comodità di lavorare all’interno di un unico ecosistema di prodotti si è, però, inevitabilmente scontrata con i limiti imposti da un ambiente chiuso e, soprattutto, non espandibile.

La scelta di passare ad un ambiente più modulare e flessibile si è rivelata, agli occhi di Michele Pulici, IT Director di TBWA, una scelta quanto mai necessaria. “Diciamo che, in realtà, la scelta di utilizzare hardware e software Apple sulla sfera server – racconta Michele Pulici – era dettata più da una situazione di agio che da effettivi vantaggi. Si conosceva la piattaforma e si era deciso di continuare ad utilizzarla per comodità. È chiaro però che, uscendo un attimo dalla sfera server, in un’azienda come la nostra il mondo Mac è predominante e non possiamo non tener conto di questo”.

 

VMware e la coesistenza Microsoft/Apple

L’esigenza fondamentale per TBWA era quella di cercare di razionalizzare l’hardware e aggiornare l’intera infrastruttura IT espandendone le capacità tecnologiche.

I server Apple, ormai obsoleti, non più performanti e con scarsa flessibilità, avevano esaurito lo spazio e un aggiornamento avrebbe significato necessariamente l’acquisto di nuovi server. Per venire incontro alle necessità di TBWA, CEGEKA ha messo a punto un progetto di virtualizzazione con server VMware e l’adozione di servizi Microsoft. Il progetto ha permesso di raggiungere una maggiore flessibilità dei server, l’adeguamento dei sistemi e l’implementazione di tecnologie standard che possono essere mantenute e accresciute nel tempo.

Una delle sfide più interessanti è stata sicuramente quella rappresentata dalla necessaria coesistenza del mondo Microsoft e del mondo Apple. In particolare, nella fase di consolidamento backup, è stato cruciale adottare una configurazione che permettesse di effettuare il backup sia dei server Microsoft, che contengono una enorme mole di dati, sia dei client Apple.

Storage centrale e server virtualizzati

L'introduzione di uno storage centrale, utilizzando tecnologie VMware e Microsoft, ha permesso di risolvere il problema dell’espandibilità delle risorse. La situazione precedente all’intervento CEGEKA prevedeva, come sola alternativa alla mancanza di spazio, l’acquisto di nuovi server. L’adozione di uno storage centrale ha fatto sì che, anche giungendo alla saturazione delle risorse, fosse sempre possibile aggiungere altro spazio grazie alla scalabilità del nucleo verticale o all’aggiunta di ulteriori nuclei. Tutto questo si è tradotto nella possibilità di avere a disposizione tutto il materiale necessario sotto un unico file server, in modo che anche sedi distaccate potessero comunicare in maniera efficace e lavorare senza dover sfogliare diversi server alla ricerca di specifici file.

La virtualizzazione dei server ha rappresentato per Michele Pulici il vero e proprio cuore del progetto. “Abbiamo un rapporto di virtualizzazione pari a 1:10 – spiega il responsabile IT di TBWA – sono numeri che danno un’idea dell’efficienza che abbiamo raggiunto. Tra l’altro sui nostri sistemi abbiamo ancora abbastanza spazio per aggiungere altre risorse e servizi.”

La collaborazione con CEGEKA ha permesso a TBWA di raggiungere uno standard di mercato che apre le porte ad una gestione dell’infrastruttura più semplice e, soprattutto, più flessibile che garantisce un aggiornamento costante in linea con le necessità in continua evoluzione.

TBWA

TBWA\Italia è un'agenzia di comunicazione.
E' parte di TBWA\Worldwide uno dei primi 10 Network di comunicazione al mondo, proprietario della metodologia Disruption® che serve a sviluppare idee di business che superano le convenzioni per i brand per cui lavora.
Il Network TBWA\ include Auditoire, Digital Arts Network (DAN), e-graphics, Integer e TBWA\Media Arts Lab così come TBWA\ locali e indipendenti.

Possiede 307 uffici in 99 paesi e più di 11.000 impiegati nel mondo.
TBWA\Italia ha due sedi: a Milano e Roma con 126 collaboratori.