Brain Force svilupperà sinergie a livello internazionale con il know-how decennale della capogruppo Cegeka, che ha registrato nel 2014 un volume d’affari superiore a 50m€ in progetti AGILE, per offrire al mercato italiano i benefici di una metodologia che consente ad applicazioni software di valore di essere rilasciate con funzioni crescenti, in tempi rapidi, in modo continuativo, assicurando flessibilità e controllo dei costi.

L’annuncio verrà fatto a Milano il prossimo 25 febbraio nel corso di un evento a cui parteciperà Arie van Bennekum, uno firmatari del Manifesto Agile nel 2001.

Cologno Monzese, 28 gennaio 2015 - Brain Force Italia, società di consulenza IT focalizzata sull’ottimizzazione dei processi del Sistema Informativo e dell’Infrastruttura, annuncia l’ampliamento della sua offerta e delle sue competenze nell’area dello sviluppo Agile, dando luogo ad un piano di investimenti per il potenziamento di know-how e professionalità che operino in sinergia con Cegeka, la società capogruppo, portando in Italia il brand “AGILE in the CORE”. Grazie alla sua software factory che attualmente impiega più di 500 dipendenti tra coach, analisti e sviluppatori, Cegeka è tra le aziende leader a livello Europeo e uno dei pionieri della metodologia di sviluppo Agile, operando da oltre un decennio nella realizzazione di progetti di successo per grandi imprese portando un approccio pragmatico all’applicazione della metodologia.

Forte di questa esperienza, Cegeka ha costituito un brand e una organizzazione specifica“Agile in the core” che eroga consulenza tecnica, organizzativa e formazione ai clienti, avvalendosi della stretta collaborazione di un team di esperti internazionali guidati da Arie van Bennekum, uno dei diciassette firmatari del Manifesto Agile nel 2001, che sarà a Milano il 25 febbraio per presentare i vantaggi e i benefici di questa metodologia.

“Nell’ambito della nostra missione di offrire soluzioni che portino tangibile valore ai nostri clienti - ha dichiarato Stefania Donnabella, Amministratore Delegato di Brain Force SpA - storicamente sappiamo che, seguendo i metodi tradizionali, lo sviluppo di applicativi software per le grandi aziende comporta elevate criticità, ritardi sui tempi di sviluppo, costi imprevisti e scarsa flessibilità e capacità di adattamento alle mutevoli condizioni dei mercati. Essendo recentemente entrati a far parte del gruppo Cegeka abbiamo l’opportunità di estendere le nostre competenze e di avvalerci di un know-how di esperti di livello internazionale e offrire ai nostri clienti un software di qualità in grado di rispondere alle loro esigenze creando reale valore aggiunto. Il nostro centro EDUCATION ha già a catalogo sessioni sulla metodologia Agile, offrendo consulenza per imparare a sentirsi Agili, ad essere Agili. Erogheremo da subito corsi in Italia, all’interno di percorsi formativi che potranno essere completati anche in altre nostre sedi internazionali. L’entusiasmo verso questa offerta nasce non solo dal desiderio di innovare il mercato dello sviluppo, che è tra i più sacrificati in Italia con la cancellazione di progetti e drastici tagli alle tariffe, ma anche dalla consapevolezza che chi è sensibile all’Agile opera il più delle volte in lean organization ed è quindi predisposto al nuovo paradigma. Noi stessi, nel corso del 2015, avremo sessioni di formazione per i nostri collaboratori, quindi non solo per gli specialisti ma anche per il personale di staff che opera nei reparti di F&A e/o di marketing”.

Che cos’è lo Sviluppo Agile del software

La metodologia Agile è un insieme di metodi di sviluppo del software che fu introdotto dal Manifesto Agile, un documento sottoscritto nel febbraio 2001 da diciassette progettisti e sviluppatori di software i quali, riuniti nell’Agile Alliance, hanno individuato alcuni principi e valori comuni che ispirano un approccio meno strutturato e focalizzato per la produzione di applicativi software, con l’obiettivo di ridurre i tempi per la realizzazione, assicurare la massima flessibilità e contenere i costi di sviluppo. Questi principi, in sintesi, prevedono di mettere al centro il team di progetto, tutti gli stackholder e soprattutto di semplificare, rendendole dirette, le relazioni tra loro: questo approccio garantisce l’evidenza delle scelte da fare di volta in volta nel progetto e ne indica le priorità, allineando l’IT con il Business. Rispetto ai metodi tradizionali (modelli waterfall o a cascata) anche la collaborazione e la comunicazione con i clienti permette di rispondere in modo rapido e flessibile ai cambiamenti: questi sono punti fondamentali dell’Agile e di questo approccio innovativo e dinamico.